Botulino in medicina, un valido alleato

Il botulino è di grande utilità nella medicina moderna, sia in medicina estetica per ritrovare un aspetto fresco e riposato, sia per correggere problemi funzionali .

La figura di riferimento nell’utilizzo del botulino per uso estetico è il chirurgo oculoplastico . Conoscendo in modo accurato l’anatomia facciale sarà in grado di eseguire in modo adeguato le iniezioni.

Come viene utilizzato il botulino?

Il botulino viene utilizzato dal chirurgo oculo-facciale nei seguenti casi :

  • Paralisi del nervo facciale : si ha quando manca la connessione nervosa tra il nervo facciale e i muscoli, che di conseguenza non rispondono più. I muscoli della parte del volto interessata cedono e cosi fronte, sopracciglia, guance e labbra tendono a cadere verso il basso. Con il botulino si riduce l’asimmetria del volto causata dalla paralisi.
  • Blefarospasmo : è una contrazione muscolare eccessiva e incontrollata localizzata al muscolo orbicolare, che causa la chiusura della rima palpebrale. Si può controllare mediante iniezioni periodiche di botulino nello spessore della palpebra per far smettere la chiusura involontaria della stessa e gli spasmi.
  • Iperidrosi : sudorazione eccessiva in alcune sedi come ascelle, mani, predi e fronte. Il trattamento dell’iperidrosi può essere eseguito utilizzando il botulino che inibisce temporaneamente il rilascio dell’acetilcolina dalle terminazioni nervose bloccando la stimolazione delle ghiandole sudoripare della regione trattata. Il botulino viene iniettato in più punti nell’area interessata. La durata e di circa sei mesi e da risultati molto soddisfacenti, ed è richiesto in misura sempre maggiore da chi soffre di questo disturbo.
  • Oftalmologia : utile per il trattamento di alcune forme di strabismo. Lo strabismo è determinato dalla mancanza di coordinamento tra i muscoli oculari, che impedisce di orientare lo sguardo sullo stesso obiettivo. L’iniezione di botulino è una possibilità per alcuni tipi di strabismo. L’iniezione indebolisce la zona trattata, permettendo di riallineare gli occhi temporaneamente.  L’effetto del botulino è di tre mesi e dopo può essere necessario un successivo trattamento.

In medicina estetica

In medicina estetica il botulino è usato per ridonare freschezza allo sguardo marcato dai segni dell’età.

Le zone trattate sono le rughe glabellari, della fronte, le sopracciglia abbassate e le “zampe di gallina”.

È un trattamento sicuro e rapido, che dura tra i 20 e i 30 minuti e senza anestesia, e dura 4-5 mesi.

Il botulino da la possibilità di trattare disfunzioni neurologiche e di ringiovanire in modo naturale  viso e sguardo.

Il più competente referente per questo trattamento e un chirurgo oculoplastico.